fbpx

Sanremo 2021, è partita la 71esima edizione del Festival. Un Sanremo il più normale possibile, questa la premessa.

Il Festival di Sanremo è sempre stata una settimana importante per il grande giro di affari e guadagni che ruota intorno alla Rai, ma quest’anno verranno a mancare sia gli introiti provenienti dai biglietti (è la prima edizione della storia senza pubblico), sia i ricavi pubblicitari derivanti dagli eventi esterni, che coinvolgevano sponsor, pubblicità e collaborazioni.

Passiamo a qualche numero.

Ci si aspetta un incremento dell’audience del 2% rispetto a quella già record dello scorso anno, quando lo share medio è stato del 54,3%.

Lo scorso anno la Rai ha stanziato circa 18 milioni di euro per la realizzazione del Festival di Sanremo, da dividere in 12 milioni di costi vivi, 5 milioni convenzionati dal Comune di Sanremo e 1,3 milioni di “costi esterni”, che ha portato introiti pari a 37,5 milioni di euro.

La 71esima edizione, stando ai dietro le quinte, conterà su 16 milioni di euro di budget per una riduzione stimata di 600 mila euro rispetto allo scorso anno. I costi del Festival di Sanremo 2021 sono dal 1951, prima edizione della gara canora, al centro di polemiche.

Rai Pubblicità ha deciso di alzare il listino pubblicitario di circa il 9%. Si va dai 13.600 euro per uno spot di 30 secondi a 226mila euro per una pubblicità alle 21.45 nella prima e nell’ultima serata.Nelle serate centrali, invece, la fascia oraria delle 21.45 (la più cara) costerà 176mila euro. Il giorno più costoso è quello che coincide con l’ultima serata di Sanremo 2021.

Sanremo 2021

La raccolta pubblicitaria di quest’anno punterà tutto sugli ascolti che, a fronte delle varie chiusure che impediscono quasi tutte le alternative ricreative, sembra essere promettente: l’audience, dato anche la concorrenza quasi nulla in questo periodo, deve puntare a replicare, se non aumentare, il record dello scorso anno (con il 54,3% di share).

Lo scorso anno Rai Pubblicità raccolse con la kermesse canora circa 37 milioni di euro di pubblicità, record storico per il Festival. Nel 2019 i ricavi pubblicitari furono invece di 31,3 milioni mentre nel 2017 e 2018 si attestarono intorno ai 27,7 milioni.

I conti definitivi si faranno alla fine, ma secondo le stime, i costi totali di Sanremo 2021 dovrebbero aggirarsi intorno ai 17 milioni e 400mila euro. La cifra comprende sia i compensi di conduttori e ospiti, che i 5 milioni di convenzione annuale da versare al Comune di Sanremo.

A causa del Covid-19, non ci sarà il Nutella Stage in piazza, né la partnership con Costa Crociere, i ricavi, come già detto, dovranno basarsi esclusivamente sugli ascolti.

La mancanza di eventi esterni e le ferree regole di sicurezza dovrebbero dunque far scendere i ricavi di circa 10 milioni di euro rispetto ai 37 milioni (ennesimo record) del 2020, per un totale di circa 27 milioni, in linea con le edizioni 2017-2018. L’utile dovrebbe essere in ogni caso centrato.

La sfida è partita, che vinca il migliore!

 

Di seguito il link alla pagina relativa ai lavori che abbiamo realizzato per i nostri clienti e ai servizi che offriamo, tra i quali video, immagine, grafiche in 3D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *